giovedì 6 giugno 2013

Festa di fine anno

Mi appresto a descrivere questa giornata appena trascorsa con il sorriso sulle labbra. Giornata pesante ma ricca di...soddisfazioni!! Oggi ore 16 e 30 circa si festeggia la fine dell'anno scolastico con canti popolari siciliani, piccole recite e balli (riservati però ai bambini della scuola primaria). Orbene, mio figlio Riccardo, il grande di anni 5 quando avverte il sentore di qualcosa del genere ha una reazione spontanea che è la seguente:"MAMMA NON CI VOGLIO ANDARE!" Ora visto che trattasi di mio figlio e visto che anche io alla sua età mi comportavo allo stesso modo potete immaginare lo stato d'animo in cui io verso ogni volta che avvengono simili festicciole. E' stato così a Natale (mamma la recita non la voglio fare, mamma da babbo natale non ci voglio andare), a Carnevale (mamma non  mi voglio vestire in maschera, non mi piace niente), per la gita scolastica (idem con patate).
In più la maestra ci mette il carico di briscola "ma lei lo DEVE portare perchè lui è TROPPO TIMIDO e si deve SBLOCCARE). Ora io però dico vabbè mio figlio è un pò così diciamo "paurosetto" ma è anche vero che tu, maestra, potresti anche trovare una giusta chiave per farlo "SBLOCCARE". E allora il mio povero bambino stamattina mi diceva "mamma devo cantare? Non ci voglio andare" e io "ma no non ci andiamo " (falsa dissimulazione). Alle ore 15 e 45 mio figlio Samuele dormiva e io dovevo vestire Riccardo che figuriamoci se collaborava ("la camicia bianca non la voglio perchè ha i bottoni e le maniche sono troppo lunghe) e allora giù con opere di convincimento. Ore 16 arriva il papà che bene o male cerca di aiutarmi e qui la svolta "MAMMA SAMUELE VIENE?" Ora io non so come sono i gemelli ma i miei due bimbi è come se lo fossero (fanno pure la pipì insieme) e così io ho svegliato Sam che fortunatamente ha preso bene la cosa (gli ho detto che andavamo ad una festa).E quindi Riccardo si mette la camicia bianca e magicamente partiamo tutti e 4!!!!Arrivati al plesso scolastico incontriamo i compagnetti e poi le maestre e mio figlio si cominciava a rilassare e qui il MIRACOLO : Riccardo è andato da solo con il suo gruppo, HA CANTATO e si è comportato benissimo!!Io avrei voluto saltellare e svolazzare dalla gioia, la quale però è stata attenuata dalla tristezza infinita dell'altro mio figlio, Samuele, al quale la maestra non aveva dato il cappellino giallo. Così Sam stava per piangere perchè voleva il cappellino giallo mentre io cercavo di spiare mio figlio Riccardo tra la folla di genitori accaniti.
Alla fine della fiera mio figlio è tornato dalla sua mission impossible, si è unito ai suoi compagnetti e si è pure fatto le foto!!!!Quindi io non resisto e per la gioia le pubblico qui per ricordarmi che a volte è positivo "costringere"(nel senso buono del termine) mio figlio a partecipare piuttosto che tenerlo lontano da queste attività,armandosi della pazienza dei santi, faticando tutta la giornata, ma avendo poi grossissime soddisfazioni!!!
 
Questo è Samuele col cappellino giallo appena avuto dalla maestra!!

 
Riccardo è il bambino al centro

 

 
In ordine da sinistra Caterina (col fiocco rosso al collo), Martina, Riccardo, Christian, Francesco e Samuele
Arrivederci al prossimo anno scolastico!!!
 

3 commenti:

  1. complimenti hai due bimbi meravigliosi!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie!Dico sempre che sono due pesti ma senza di loro non saprei più vivere!!

    RispondiElimina
  3. Anche la mia figlia maggiore è un po' timida (io preferisco pensare che siano troppo intelligenti per divertirsi a cantare canzoni cretine di fronte ai loro genitori commossi fino alle lacrime) e così quando alla recita di Natale mi ha chiesto intimorita se doveva per forza cantare, io le ho risposto:" ma che! Basta che tu muova le labbra a tempo!" Lei ha fatto così e durante il coro mi ha fatto l'occhiolino... Ancora piango quando ci ripenso!

    RispondiElimina